CHIASMA

Workshop di progettazione e autocostruzione

Chiasma è un workshop intensivo di tipo design&make che si tiene su base annuale, la cui prima edizione è stata nell’autunno 2017. È un’occasione di sperimentazione tecnica e culturale per giovani architetti che si ritrovano a lavorare in modalità hands-on, passando dall’ideazione alla costruzione del progetto nell’arco di una settimana.

 

Questo processo di progettazione intensiva ha l’obiettivo di far concentrare i partecipanti su come convertire un’idea creativa in un oggetto costruibile con gli strumenti a disposizione. Le competenze acquisite durante il workshop permettono ai giovani architetti di acquisire una dimensione materiale del progetto, prestando maggiore attenzione alle problematiche costruttive incontrate dalle maestranze. Viene inoltre acquisita una nuova consapevolezza spaziale su come è possibile trasformare un ambiente tramite una manipolazione di elementi semplici lavorati con tecniche tradizionali. A coronamento di queste capacità tecniche e creative, Chiasma porta i suoi partecipanti ad apprezzare la rilevanza del teamwork nella realizzazione di progetti basati su attività complesse.

EDIZIONI PASSATE

L’oggetto di Chiasma è un manufatto di piccole dimensioni che serve a fare da piattaforma connettiva per la socializzazione e l’interazione sociale: essendo questo l’obiettivo del workshop, è possibile a questo punto sperimentarne le diverse declinazioni e gli impatti che queste hanno sulle diverse fasce della società.

 

Nella sua prima edizione Chiasma ha prodotto Itaca, un’isola per la vita sociale degli studenti dell’Università di Trento, un elemento fortemente contestuale che esercita un’astrazione del paesaggio locale costituito dall’edificio della scuola di ingegneria e dalla Val D’Adige. L’oggetto, collocato sulla terrazza della scuola, ridefinisce lo spazio identitario in cui si colloca e stabilisce un nuovo sistema di relazioni.

L’esito di Chiasma#812926 è un sistema di più elementi che ridefiniscono e qualificano lo spazio centrale del cortile interno di Impact Hub, a Trento.

 

AgorHub, così è stato battezzato il progetto risultato del workshop, reinterpreta il concetto di circo massimo, andando a comporre un nuovo spazio di incontro e scambio attraverso la Rotonda, manufatto a pianta centrale che permette di ospitare chi vive Impact Hub, l'Obelisco,  simbolico e svettante all'estremità opposta del piazzale e le Carriole,elementi mobili che, ruotati, possono assumere diversi usi e configurazioni, quali ampie poltroncine e tavolini.

Associazione Acropoli

Via Mesiano, 77, 38123 Trento, Italy

acropolitrento@gmail.com